versione accessibilevai al contenuto
Bazar del Bizzarro
in bizzarro veritas
www.bazardelbizzarro.net

Il cane blu

Tiffany nacque negli anni Settanta, in Louisiana.
cane blu pubblicità absolut vodka ...ti sto guardando...
(immagine tratta dalla pubblicità della Absolut Vodka del 1992)
Un giorno morì. Questa fu – a grandi linee – la storia della sua vita. Nonostante una biografia così scarna Tiffany ora è famosissima.

Accadde un giorno che il suo padrone, tale George Rodrigue (ah sì, mi ero scordato di dire che Tiffany era un'esemplare di razza canina), pittore di scarso successo, ebbe un'ispirazione.

In un paesaggio notturno e un po' inquietante, con una casa rossa sullo sfondo, disegnò alcune lastre di pietra – probabilmente pietre tombali. Sulla pietra in primo piano disegnò la sua Tiffany, morta alcuni anni prima. Per rendere più inquietante l'insieme, o per puro ghiribizzo, la dipinse in colore blu. Per vario tempo ancora continuò a realizzare i suoi paesaggi, che dipingeva fin dagli anni 60, con scarso successo.

il primo quadro con il cane blu il primo quadro con il cane blu. Quando Tiffany e il suo padrone George non erano ancora famosi

Il cane blu fu notato dal pubblico durante una mostra organizzata a Los Angeles nel 1988. George Rodrigue conobbe in breve il successo. Unico prezzo che da pagare: da allora in ogni suo quadro (e ne ha dipinti migliaia) compare il suo cane blu dagli occhi gialli.

Tiffany – la cagnetta blu – è stata ritratta insieme a personaggi famosi come Reagan, Gorbaciov, Clinton e Bush. Nel 1994 il cane blu fece da testimonial in una campagna per la Absolut Vodka e nel 2000 lo stesso cane posò in una pubblicità della Xerox, sopra una stampante a getto d'inchiostro che stava sputando fuori – indovinate cosa? - una riproduzione a colori del celebre cane.

Il cane blu con i Blues Brothers Il cane blu con i Blues Brothers. Tra "blu" ci si intende

A quanto pare il cane blu, con il suo guardo fisso e ipnotico, inquietante e allucinato è in grado di entrare nell'anima di chi lo guarda, incarnando le sue paure, le sue ansie e quant'altro. Così si sono espressi molti amatori del cane blu di Rodrigue.

 il cane blu in una delle celebri lattine della Campbell. Salsa chili ottima per farsi (letteralmente) un "hot dog"

Così, senza volere, George Rodrigue è riuscito a creare un'icona assoluta del nostro tempo, paragonabile alle famose lattine della zuppa Campbell's di Andy Warhol.

altri articoli:

Bazar del Bizzarro