versione accessibilevai al contenuto
Bazar del Bizzarro
in bizzarro veritas
www.bazardelbizzarro.net

La pietra fluttuante

Secondo una leggenda quando Maometto ascese al cielo
la “pietra fluttuante” presso Al-Ahsa, in Arabia Saudita la “pietra fluttuante” presso Al-Ahsa, in Arabia Saudita
una roccia volle seguirlo, ma lui la fermò, e da allora questa roccia fluttuerebbe a qualche centimetro da terra. Attorno alla pietra in questione sarebbe stata costruita la “Cupola della roccia”, il più noto santuario islamico di Gerusalemme e il più antico edificio islamico ancora esistente (è stato completato nel 691 d.C.)

Secondo un'altra versione la pietra si troverebbe invece ad Al-Ahsa, in Arabia Saudita, e il miracolo sarebbe molto più recente: nell'aprile del 1989 un mujaheddin durante un attacco si riparò dietro questa roccia ma nonostante questo fu ucciso. Da quella volta la sua anima in un giorno del mese di aprile farebbe levitare per 30 minuti il masso a 11 centimetri dal suolo. Inoltre le macchie di sangue presenti sulla pietra in quel frangente sembrerebbero ravvivarsi.

Logica direbbe che almeno una delle due versioni sia falsa.

In realtà sono false entrambe.

la “pietra fluttuante” come appare realmente. Molti siti musulmani riportano anche la smentita la “pietra fluttuante” come appare realmente. Molti siti musulmani riportano anche la smentita

Riguardo la prima versione si può dire che non vi sono tracce di questa leggenda in nessun scritto antico riguardante Maometto. La pietra che si trova nella “cupola della roccia” secondo la tradizione è effettivamente la pietra vicino alla quale Maometto ascese al cielo. Sulla stessa roccia avvenne l'episodio in cui Abramo fu sul punto di sacrificare Isacco (Ismaele, secondo la tradizione musulmana), ma fu fermato da un ordine divino. In ogni caso né il Corano né altre fonti antiche riportano la leggenda di questa pietra “levitante”. La storia parrebbe essere quindi estremamente recente. Inoltre la roccia presente nella “cupola della roccia” è completamente diversa da quella della foto.

Riguardo la seconda versione, quella del guerrigliero ucciso, se fosse vero che ogni anno questa roccia si fa un piccolo voletto, anche se di pochi centimetri, i media avrebbero già realizzato filmati, foto e documentari, ed esisterebbero moltissime fotografie scattate dai turisti, mentre in Rete si trova sempre e soltanto quest'immagine, sempre uguale. Sospetto, no?

La pietra originale si trova in effetti, come indica la seconda versione della leggenda, nell'est dell'Arabia Saudita, nei dintorni del monte Al-Ahsa, presso il villaggio di Tuwaithir.

Osservando da vicino la roccia, senza ritocchi fotografici, si vede che possiede dei piccoli ma ben visibili “piedi” di pietra che la tengono appoggiata al suolo.

In ogni caso questa roccia – che sia stata messa lì da Allah o da una natura capricciosa – non è un miracolo?

altri articoli:

Bazar del Bizzarro